Storie di Latte

Il blog del Primiero


Prova il nostro Fontal e ti verrà voglia di venire su nel Primiero

Ci sono formaggi che hanno una speciale vocazione: piacere un po’ a tutti. Il Fontal è uno di questi. Prodotto con latte pastorizzato, proveniente dalle nostre vacche di montagna nutrite naturalmente, il Fontal è un formaggio molto gradevole. Appena messo in bocca ne senti subito la dolcezza, tanto che i bambini lo mangiano molto volentieri. Ma passato qualche secondo ti accorgi che ha una buona sapidità… Detto in altre parole: il Fontal è un formaggio delicato con una personalità che soddisfa anche palati molto esigenti. 

Nato in Trentino oltre 50 anni fa

Quando sentiamo una parola che finisce per “tal” pensiamo che indichi Il nome di una valle di lingua tedesca. Non è il caso del Fontal, che è un formaggio italianissimo, nato in Val di Non nel 1955. L’idea dei casari che lo crearono era di produrre un formaggio a mezza via tra il Fontina e l’Emmental. Quell’idea funzionò molto bene e oggi il Fontal è prodotto in vari caseifici del nord Italia. Rispetto a quello delle grandi industrie casearie di pianura, il Fontal dei caseifici cooperativi trentini presenta delle caratteristiche organolettiche particolari, legate soprattutto alla qualità e alla freschezza del latte utilizzato.

Il vero segreto è nella qualità della materia prima

Il latte proviene da bovine alimentate con fieno di prato stabile, che può essere integrato con mangimi, rigorosamente non OGM. Una volta conferito, il latte viene pastorizzato. Quindi viene messo in caldaia per 20/30 minuti, alla temperatura di 33-37 °C. Successivamente si effettua la rottura della cagliata e si procede con la cottura. Seguono la porzionatura, la messa in fascera, la copertura con teli, la pressatura e i rivoltamenti. Il giorno dopo le forme passano in salamoia e ci restano per 2 giorni. E infine 

parte la stagionatura, che avviene in un magazzino freddo con elevata umidità.

Impariamo a riconoscerlo

Andiamo ora a fare l’identikit del nostro Fontal. Per prima cosa ecco gli ingredienti: latte pastorizzato intero, caglio di vitello e sale (la formula aurea per fare un buon formaggio). Passando all’aspetto esterno vediamo che la forma è alta 9-12 cm con diametro di 34-40 cm, la cui particolarità è di avere lo scalzo concavo invece che convesso. Al taglio la pasta si presenta compatta, morbida, di colore paglierino e con occhiatura rada, medio-grande e sparsa. La superficie esterna, elastica e sottile, è a crosta lavata. La stagionatura varia da 1 a 2 mesi, ma il formaggio è consumabile già 

dopo 30 giorni. La durata media del prodotto acquistato è di 60 giorni e si consiglia di conservare a temperatura compresa tra i 4 e i 10 °C.

Un formaggio molto versatile

Il Fontal si presta a diversi tipi di consumazione. Può essere gustato come fine pasto oppure come secondo piatto. Un consiglio che vogliamo darvi è di provarlo per le gratinature o abbinato a un formaggio di malga nei canederli. La sua facile fusibilità, inoltre, ha il vantaggio di conciliarsi con molte pietanze. Ad esempio con i burger di carne o di soia, scottati in padella e coperti da una fetta a fine cottura. Avrete già capito 

poi che il Fontal è perfetto anche per la fonduta e la raclette.

Ma per noi primierotti il Fontal è, insieme al Primiero fresco, il grande protagonista del formaj frit, piatto molto amato nella nostra valle. Oggi però non ve ne parliamo, perché in novembre usciremo con un articolo dedicato proprio alle nostre ricette tipiche. Continuate a seguirci e, se ancora non l’avete fatto, iscrivetevi alla nostra newsletter.



 

Condividi con

Calendario esperienze
Dic

09

IN CARROZZA CON GUSTO

Scopri di più
Dic

22

"Nei panni di un casaro": laboratorio per bambini

Scopri di più
Dic

23

IN CARROZZA CON GUSTO

Scopri di più
Dic

23

IN CARROZZA CON GUSTO

Scopri di più

Potrebbe interessarti anche

Mai provato le tipiche ricette della cucina primierotta?

C’è chi guarda sempre avanti, a quello che verrà, e c’è chi preferisce gu...

15/11/2022
Naturalità e tradizione casearia trentina: gli ingredienti esclusivi di Trentingrana

A parte due paragrafi in precedenti articoli, un pezzo interamente dedica...

20/09/2022
Rosetta, il formaggio che ci fa sognare le nostre montagne

Qui nelle nostre valli il rosa è di casa. Ci è così familiare che gli abb...

04/08/2022

Cerca

Menu

Formaggi

Categorie

...tutte le categorie
Nostrano di Primiero
Trentingrana
Toséla
Ricotta
Burro e Botìro di Malga
Botìro di Malga
Altri formaggi
Caprini

Burro e Botìro di Malga

Categorie

Salumi

Categorie

...tutte le categorie
Macelleria Fam. Bonelli
Fed. Prov. Allevatori Trento

Prodotti tipici

Categorie

...tutte le categorie
Pastificio Primiero
Farina
Dolci e biscotti
Infusi
Miele
Confetture
Composte
Salse
Frutti sciroppati
Preparati e Spezie

Cantina

Categorie

...tutte le categorie
Birra Bionoc
Succhi
Vino Bianco
Vino Rosato
Vino Rosso
Birra

Confezioni

Categorie

...tutte le categorie
Confezioni Regalo
Esperienze di gusto

Dermocosmesi

Categorie

...tutte le categorie
Sinfonie di Primiero